“L’acqua è l’elemento chiave nella partita dei cambiamenti climatici, e su questo tema il mondo intero deve attrezzarsi”. Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti intervenendo al seminario ‘Netherlands-Italian Seminar and Matchmaking Water’, organizzato dalla rete diplomatica olandese in Italia in collaborazione con la Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Confindustria, Ance, Oice, Utilitalia.
“Con l’accordo di Parigi – continua Galletti – è stato fatto un passo avanti importante verso una gestione più attenta e ‘globale’ della risorsa acqua prevedendo stanziamenti di 100 miliardi di dollari per trasferimento di tecnologie ed interventi di adattamento ai cambiamenti climatici”. “Queste misure e questi interventi hanno sostanzialmente due finalità: difendere l’acqua e difendersi dall’acqua – osserva il ministro – e quindi da un lato difendere le risorse idriche esistenti, razionalizzarne l’uso, creare moderne infrastrutture per la distribuzione a fini irrigui e potabili e dall’altro proteggere le isole, le città costiere e lungo i fiumi dall’innalzamento dei livello dei mari ma anche dagli eventi meteorologici estremi che causano alluvioni e inondazioni come purtroppo anche in Italia accade sempre più spesso”.

error