Lo scorso 4 giugno, nel corso della Settimana verde dell’Unione europea a Bruxelles, la Commissione Ue ha premiato i progetti europei più significativi in campo ambientale nell’ambito del programma Life. In una delle due sezioni del premio, quella relativa all’ambiente, il progetto WIZ – WaterIZe spatial planning, ideato e condotto dal gestore del servizio idrico integrato del Basso Valdarno Acque SpA, è stato scelto come uno degli 8 “Best of the Best 2014” su una platea di centinaia di progetti attivi in tutta Europa. WIZ (acronimo del neologismo “waterize”, “acquificare”) è un progetto dal valore di circa 2 milioni di euro che vede come partner, oltre ad Acque SpA, l’Autorità di Bacino del fiume Arno, la società Ingegnerie Toscane e l’Instituto Tecnológico de Galicia. La sua principale finalità è quella di integrare la protezione e la gestione sostenibile dell’acqua nei processi di pianificazione urbanistica e nelle decisioni di politica locale. Il premio dell’Ue è stato assegnato a WIZ, spiega Acque SpA, sulla base di un sistema di valutazione oggettiva e di puntuali criteri di “best practice”: contributo al miglioramento ambientale, economico e sociale a breve e lungo termine dei progetti; grado di innovazione e trasferibilità; rilevanza istituzionale; rapporto costo-benifici, ecc. A ritirare il premio sono stati il direttore della Gestione operativa di Acque SpA, ing. Roberto Cecchini, e il responsabile modellazione di Ingegnerie Toscane, ing. Simone Lippi.

error