Acquedotto Pugliese è una delle più grandi, storiche società italiane e tra i maggiori player europei, per dimensioni e complessità, nella gestione di sistemi idrici integrati. Da oltre cento anni a servizio del territorio, AQP garantisce il ciclo idrico integrato in tutte le sue fasi: dalla captazione, potabilizzazione e distribuzione di acqua potabile ai servizi di fognatura e depurazione delle acque reflue, per tutti i comuni della Puglia e 12 Comuni della Campania, per un totale di circa 4 milioni di abitanti serviti, su una superficie di oltre 20mila chilometri quadrati. Del gruppo fa parte la controllata ASECO SpA, azienda leader nel compostaggio.

Una grande impresa pubblica, interamente controllata dalla Regione Puglia, con un organico di circa 2.000 dipendenti, un fatturato 2017 pari a circa 528 milioni di euro e utili per 19 milioni di euro.

Le reti idriche gestite da AQP hanno uno sviluppo di oltre 25 mila chilometri, di cui 5.000 per la sola adduzione; a queste si aggiungono gli oltre 16 mila chilometri di reti fognarie. AQP gestisce anche 5 impianti di potabilizzazione ubicati in tre regioni (Puglia, Basilicata e Campania), 10 laboratori di analisi, 184 depuratori e 5 impianti d’affinamento.

Una configurazione della rete molteplice e articolata. Un sistema di acquedotti interconnessi permette, infatti, di convogliare l’acqua nei diversi ambiti territoriali, secondo necessità.

La qualità dell’acqua captata, potabilizzata e distribuita è assicurata da attenti controlli condotti più volte al giorno, in più punti del territorio, grazie al prelievo e alle analisi di campioni nei 10 laboratori di analisi di AQP. Qui sono monitorati oltre 480mila parametri chimici e microbiologici all’anno. Alcuni principali indicatori di potabilità sono controllati in tempo reale attraverso un sistema di telecontrollo. La purezza dell’acqua è inoltre garantita da ulteriori stazioni di disinfezione complementari, posizionate sui principali nodi della rete. Un servizio sempre più efficiente e in linea con le esigenze delle comunità servite.

error