I fiumi: da fattore di sviluppo a pericolo per le città. I fiumi che diventano “altro” dalla città: prima amici e poi nemici ed estranei per i cittadini.
Ora è il tempo di dare nuove risposte e soluzioni. Come quelle che saranno presentate al convegno ” #acquesicure per un rapporto nuovo tra fiume e città” in programma lunedì 31 agosto all’Expò di Milano presso il Centro Congressi – Auditorium.
Si comincia alle ore 10 con Erasmo D’Angelis, direttore de L’ Unità, che intervista Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologia Italiana
A seguire la sessione ” Acque Sicure” con la presentazione del piano di interventi strutturali per le 14 aree metropolitane. Interverranno.
Mauro Grassi – Direttore #italiasicura- sul tema “Strumenti tecnologici per il controllo della sicurezza dei fiumi”
Mauro Moretti – Amministratore Delegato Finmeccanica
Il caso Liguria sarà affrontato con gli interventi di Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria e Marco Doria, Sindaco di Genova
Dalle 11.30 alle 12.30 la sessione “Acque Pulite”.
Al centro degli interventi l’inquinamento e tutela delle acque delle nostre città con
Giulio Conte – Ambiente Italia
Giovanni Valotti – Presidente Utilitalia
Federica Fratoni – Assessore Regione Toscana
Alle 12.30 le conclusioni di Gian Luca Galletti – Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
Le due direttive europee sulle acque e sulla difesa dalle alluvioni segnano la strada per il recupero di un rapporto proficuo fra il fiume e la città. Da una parte, la qualità delle acque che attraversano le città: occorre pulirle e disinquinarle, per restituire i fiumi alle città, perché tornino a svolgere il loro ruolo di luogo di vita sociale, di benessere e bellezza per la città. Dall’altra, si deve tornare ad offrire ai cittadini un rapporto sicuro e rispettoso con i propri fiumi. Il fiume che fa paura ogni volta che le piogge lo ingrossano, è un fiume nemico. Occorre invece che l’esondazione torni ad essere un fenomeno eccezionale ma possibile, da prevenire ed evitare, ma anche da affrontare quando accade, predisponendo piani di controllo e di alleggerimento programmato della pressione fluviale.
Il piano per le aree metropolitane ha questa natura. Acque pulite e acque sicure. Per ridare il fiume ai cittadini e per ridare sicurezza alle comunità, capaci di convivenza con il susseguirsi naturale delle diverse, e a volte tumultuose portate del fiume.
Nel contempo, l’istituzione della Struttura di missione contro il dissesto Idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche e la nomina di tutti Presidenti di Regione a Commissari di Governo per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico ha permesso allo Stato di voltar pagina e di accelerare gli interventi necessari e urgenti per pianificare l’opera pubblica nazionale di cui l’Italia ha bisogno,
Il convegno è organizzato #ItaliaSicura in collaborazione con Finmeccanica, il Ministero dell’Ambiente, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Utilitalia e il Festival dell’Acqua che si terrà dal 5 al 9 ottobre sempre a Milano.

Segui la diretta streaming collegandoti al link    http://italiasicura.governo.it/site/home/news/articolo709.html

error