• EXPO – L’ACQUA NELLA CARTA DI MILANO. L’IMPEGNO DEI GESTORI IDRICI E UTILITALIA
  • EXPO: DISSESTO IDROGEOLOGICO E TUTELA DELLE ACQUE – MILANO 31 AGOSTO
  • PUBLIACQUA, 50 MLN DA BEI PER PIANO INVESTIMENTI
  • AcegasApsAmga, con “eAqua” reti più intelligenti
  • Festival dei depuratori, appuntamento il 18 luglio
  • Sardegna: spesa fondi per servizio idrico, premio di 33 mln
  • Enciclica “Laudato si’”: rischio conflitti per controllo acqua
  • UTILITALIA presenta il Festival dell’Acqua per dissetare il pianeta
Expo 2015
Federutility
Expo in città
Camera di Commercio Milano
Federutility
HADER_FA2013
icona1_0

DISSETARE IL MONDO

In continuità con quanto già svolto nel Festival di Genova, viene affrontato il tema degli strumenti utilizzabili per consentire il raggiungimento dei “Millenium Goals” in materia di acqua su diverse aree del Pianeta. Tra questi un’ampia opera di sensibilizzazione, condotta con continuità e determinazione, specie in una fase tutt’altro che superata di diffusa recessione.
L’opportunità offerta dal prossimo EXPO 2015 – all’interno del quale si svolgerà la prossima edizione del Festival dell’Acqua – dà la misura dello sforzo che ci attende, non solo per riaffermare principi ampiamente condivisi ma, soprattutto per proporre strumenti e strategie che consentano anche al nostro Paese di contribuire al raggiungimento di questi obiettivi.
Il vicepresidente di Federutility Mauro D’Ascenzi ha confermato l’impegno per “l’iniziativa parlamentare per raccogliere con le bollette idriche risorse per la cooperazione internazionale. L’acqua nei paesi in via di sviluppo è volano fondamentale e formidabile per la crescita sociale ed economica dei territori. È un diritto universale, per garantire il quale c’è bisogno di cooperazione vera”.
Un impegno che Federutility – insieme con Unesco, FOCSIV e EXPO 2015 – intende perseguire: “Saremmo orgogliosi – ha sottolineato D’Ascenzi – di poter arrivare all’Expo del 2015 con l’annuncio che il mondo ha raggiunto e superato gli Obiettivi del Millennio, che milioni di persone sono affrancate dal bisogno più elementare ed essenziale. Ma lo saremmo di più se potessimo arrivare a quella data con un atto di vera solidarietà, attuando una legge italiana che sostenga il diritto all’acqua per coloro che fuggono da fame e sete”.
Federutility è infatti impegnata nell’approvazione di una legge nazionale che consenta di recuperare dalle bollette italiane l’1% da destinare a progetti di cooperazione idrica internazionale. Nel mondo sono ancora 783 milioni le persone che non hanno acqua potabile e 2,5 milioni privi di servizi igienici.

I Protagonisti

Dascenzi -giacca1 (1)

Mauro D’Ascenzi

Vicepresidente delegato FEDERUTILITY Amministratore delegato e direttore generale di ACOS S.p.A. di Novi Ligure. E’…

Read More
CATTAIok

Gianfranco Cattai

Presidente FOCSIV Nato a Bordeaux (FR) il 5/2/’50 – Architetto Attualmente: Presidente FOCSIV; Membro del…

Read More
GIORGI_1 (1)

Filippo Giorgi

Filippo Giorgi ottiene la laurea in Fisica Presso l’Università degli Studi dell’Aquila nel 1982, e…

Read More
Gaia-Checcucci (1)

Gaia Checcucci

FEDERUTILITY Nata a Firenze nel 1970, laureata in Giurisprudenza, dal 2001 è stata Consigliere del…

Read More

Articoli

Comunicato Stampa

Rassegna Stampa

Giorgi "Un miliardo di persone non hanno accesso all'acqua potabile"

Peres "Per l'Expo 2015 un Padiglione dedicato all'acqua a Venezia"

Acerbo " Le Vie dell'Acqua un grande progetto nell'ambito dell'Expò 2015 "

Intervista a Jorge Dominguez, Acciona Agua Sud America

Mazzitti " Nel Mediterraneo sull'acqua un partenariato che dura da 18 anni"

Tamar Ziv "Una forte collaborazione con Federutility che prosegue con questo Festival"

Mattiazzo "Per l'Expo 2015 porteremo a Venezia l'attenzione sull'acqua"

Cetti "Festival dell'Acqua a Milano nel contesto dell'Expò 2015"

Atti del Festival