ico-verdeSESSIONE PLENARIA | QUALITÀ’, CONTROLLI, SICUREZZA: L’ACQUA DA BERE
La situazione della potabilità, le nuove frontiere, gli aspetti tecnici e regolamentari, sono al centro del Seminario che passerà in rassegna i diversi temi anche avvalendosi di diversi testimonials provenienti dal mondo istituzionale/regolamentare, dall’ambito manifatturiero e da quello della gestione. In particolare vengono analizzate la situazione dell’adeguamento alle normative comunitarie in materia di acque potabili, le nuove sfide emergenti e le esperienze di punta a livello internazionale.
Chairman Anna Ferrero IREN SpA (Eventuale traduzione simultanea)

9.30 Relazioni introduttiva: la situazione dell’acqua potabile in Italia
Liliana La Sala Ministero della Salute

9.40 Le soluzioni tecnologiche
Analisi on-line innovative
Fabio Marelli, Angela Manenti MM
Il Cromo esavalente non è più un problema
Piercostante Fioletti A2A Milano
La problematica delle tossine algali
Pier Paolo Abis AQP Bari
Global Trends in Potable Water Reuse
Jean-Philippe Cailleres – Regional Sales Manager Europe, Trojan Technologies

10.40 Acqua potabile per le Tremiti: una sfida tecnologica
Le soluzioni progettuali per l’approvvigionamento idrico alle Isole
Guglielmo Mecca AQP SpA
La realizzazione del Cantiere – tubi in mare !
Alessandro Giusto Saint-Gobain PAM Italia S.p.A.

11.10 Tavola rotonda: contributo delle tecnologie per un servizio idropotabile di qualità
introduce e coordina: Osvaldo Conio IREN SpA
Davide Chiuc Gruppo CAP
Pietro Mercurio AMAP
Biagio Eramo ACEA SpA
Sandro Marcon ACISM/ANIMA
Paolo Beretta PAM Saint Gobain

12.20 Conclusioni
Alessandro Carfì Publiacqua

12.30 Termine dei lavori

 

ico-verdeSESSIONE PARALLELA |Acque reflue in Lombardia: impegni e regole
La Regione Lombardia, in ragione degli abitanti presenti e della sua vocazione produttiva in ambito agricolo e industriale, costituisce l’entità che più di altre contribuisce alla quantità complessiva di scarichi di acque reflue nel nostro Paese. Per questo motivo la legislazione Regionale, che è fra le più articolate, investe anche altri importanti comparti come l’agricoltura, ad esempio in materia di uso agricolo dei fanghi di depurazione. Al tempo stesso vi è un problema di adeguamento alle normative comunitarie che, già ora e per i prossimi anni, vedrà un forte impegno di istituzioni ed operatori per recuperare questo storico gap. L’incontro consentirà, presenti le autorità regionali preposte alla materia e gli operatori del servizio idrico, di operare un’analisi ed un confronto sulle azioni intraprese e quelle da intraprendere per allineare il sistema regionale lombardo alle più avanzate pratiche europee.
Chairman Giuseppe Viola Confservizi Cispel Lombardia

9.30 Introduzione ai lavori Sala Bertarelli
a cura del Chairman

9.40 Linee operative della Regione Lombardia per la tutela delle acque nel territorio della Regione Lombardia
Viviane Iacone Regione Lombardia

9.55 Contributo dei gestori per migliorare la qualità degli scarichi nella Regione Lombardia
Roberto Mazzini Coordinatore Gruppo Acque reflue di Utilitalia

10.10 Tavola rotonda (e interlocuzione con il pubblico presente)
Coordina: Biagio Longo Direttore rivista Servizi e Società
Andrea Aliscioni MM SpA
Pier Carlo Anglese Gruppo CAP
Alessandro Lanfranchi Padania Acque SpA
Carlo Locatelli SAL (Lodi)
Paolo Franco Uniacque (Bergamo)
Manuela Pedroni Tea Acque (Mantova)

11.10 Valutazioni conclusive
Claudia Maria Terzi Assessore Ambiente Regione Lombardia

11.20 Termine Sessione

 

ico-verdeSESSIONE PARALLELA |Innovazione e integrazione al servizio dei reparti operativi e dei clienti
L’ottenimento di migliori performance in un sistema idrico non dipende solo da un idoneo dimensionamento di ogni singolo componente del sistema, ma anche dall’applicazione di criteri organizzativi avanzati basati su tecnologie innovative che si integrano e parlano fra di loro. La presentazione illustra, con riferimento a casi reali, come queste nuove tecnologie sono implementate all’interno dei sistemi organizzativi delle imprese idriche.

11.30 Inizio Sessione
Roberto Piastrelli Umbra Acque
Ruggero Graziani Engineering

12.30 Termine Sessione

 

ico-verdeSESSIONE PARALLELA |Presentazione “Rapporto Generale sulle Acque: obiettivo 2020 II Edizione”
L’evoluzione del dibattito a livello sia nazionale che internazionale relativo alla risorsa idrica ha visto il progressivo consolidarsi di un importante principio: l’acqua è troppo importante, troppo critica per la vita di tutti i giorni oltre che per l’avvenire del sistema su cui poggia la vita dell’uomo per restringere la sua visione ad ambiti specialistici che spesso non dialogano fra di loro. Il tema della trasversalità dell’acqua è quindi alla base della seconda edizione di questo Rapporto che consente di avere una panoramica ampia ed aggiornata del sistema acqua, dalla disponibilità delle risorsa, sino ai differenti utilizzi (civili, produttivi,…) nonché alle politiche che stanno dietro al dibattito internazionale, alla vivace dialettica che ne è scaturita ed alle conseguenti scelte che ne possono derivare.
Il “Rapporto Generale sulle Acque” – realizzato da UTILITALIA in collaborazione con la Fondazione Utilitatis – vuole fornire una visione allargata sulla politiche di gestione dell’acqua.

9.30 Introduzione: E’ tempo per una visione allargata della politica dell’acqua
Claudia Sorlini Comitato Scientifico per EXPO

9.40 Caratteristiche dell’opera: illustrazione dei curatori
Adolfo Spaziani UTILITALIA
Renato Drusiani UTILITALIA

10.00 Alcuni protagonisti
Luca Lucentini ISS
Stefano Tersigni ISTAT
Alfredo De Girolamo ISPRA
Roberto Zocchi Eureau – Exec. Comm.
Giorgia Ronco Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche

11.00 Tavola Rotonda: L’Acqua un elemento trasversale nell’economia e nella società
Coordina: Valeria Garotta Direttore Fondazione Utilitatis
Chiara Braga Onorevole
Sante Zuffada Senatore
Laura Barzaghi Consigliere Regionale Regione Lombardia
Giulio Gallera  Consigliere Regionale Regione Lombardia

 

12.10 Termine dei lavori

 

ico-verdeSESSIONE PARALLELA | Acqua trattata e ristorazione
Non vi sono solo le Case dell’Acqua per fornire acqua da tavola refrigerata e gassata, evitando i contenitori di plastica. Anche i dispositivi altamente tecnologici alimentati da acqua potabile e utilizzati presso i pubblici esercizi si muovono in questa direzione. Acqua Italia da sempre si impegna nel fare informazione sul tema dell’acqua trattata in generale e nell’ultimo anno ha attivato una campagna dedicata in particolare agli esercizi che servono acqua in caraffa, sottolineando la responsabilità del produttore,  gli oneri del ristoratore, l’importanza della manutenzione e, naturalmente, la tutela del consumatore.

10.45 Acqua trattata e ristorazione: l’impegno di Acqua Italia
Lauro Prati, Presidente Associazione  AquaItalia 

11.00 Acqua a km zero, una scelta razionale
Americo Di Benedetto, Utilitalia

11.15 La sicurezza dell’acqua trattata al ristorante
Luca Lucentini ISS – Istituto Superiore di Sanità

11.45 Acqua in caraffa: l’opininione degli esercenti
Letizia Brizzi, Culligan BW

12.00 Question Time

 

ico-verdeLUNCH CONFERENCE | Chioschi dell’acqua fra territorio e tecnologie
Vengono analizzati gli aspetti tecnologici, sanitari e di interazione con il territorio, dei c.d. Chioschi dell’acqua, che erogano come noto acqua liscia e gassata derivata dalla rete acquedottistica e che rappresentano una sorta di fontane del terzo millennio. Si tratta di uno dei più dinamici esempi di sviluppo tecnologico nel settore della erogazione finale di acqua potabile che è stato registrato negli ultimi anni in Italia. L’obiettivo è quello di migliorare l’offerta di servizio alla popolazione e le ricadute sull’ambiente attraverso il minore ricorso all’acqua in bottiglia.

Chairman Paolo Saccani  Presidente ACEA ATO 2 Roma

12.45 Relazione introduttiva: Case dell’Acqua e politiche del territorio
Alessandro Russo Gruppo CAP

12.55 Evoluzione tecnologica
Lorenzo Tadini Aqua italia-ANIMA

13.05 Aspetti sanitari
Rossella Colagrossi  Ministero della Salute

13.15 Tavola rotonda: Chioschi dell’Acqua-soddisfare una nuova domanda di servizio
Introduce e coordina: Luca Montani MM
Leonardo Rossi Publiacqua Firenze
Andrea Montanari Adriatica Acque Gruppo HERA
Angelo Zenoni SIAD

14.00 Termine dei lavori
Ligth lunch offerto da Aqua Italia

 

ico-verdeSESSIONE PLENARIA | ACQUA DA PULIRE, RECUPERARE, CONTROLLARE
Fra i temi idrico-ambientali che tutt’ora maggiormente impegnano i Paesi della UE vi è certamente quello degli scarichi dei reflui urbani. Sino dall’inizio degli ’90 una serie di disposizioni comunitarie ha dettato regole precise agli Stati membri senza riuscire tuttavia ad ottenere una completa e soddisfacente soluzione del problema, se si considera che ancora oggi sono attive diverse procedure di infrazione. Gli stessi obiettivi di raggiungimento di un buon stato delle acque posto dalla direttiva quadro del 2000 appaiono solo parzialmente raggiunti a scala Europea. Nell’ambito del Workshop verranno esaminate le prospettive tecnologiche e di riduzione dell’impatto ambientale connessi ai processi di depurazione anche attraverso un confronto fra i diversi attori che interagiscono con questa fase delicata del ciclo idrico.
Chairman Armando Brath Associazione Idrotecnica Italiana

14.00 Introduzione
a cura del Chairman

14.10 Una seconda vita per l’acqua depurata
Uso e riuso dell’acqua irrigua: una tradizione antica
Claudio Gandolfi, Daniele Masseroni Dip. di Scienze Agrarie e Ambientali Università di Milano

14.30 Riuso agricolo nell’Area Milanese
Andrea Aliscioni MM
Dal riuso industriale a quello agricolo: l’esperienza di IREN
Michele del Corso ASA, Cosimo Parabita IREN Emilia
La grande sete e il riuso delle acque: l’esperienza di Doha (Qatar)
Arnaud Treguer Direttore MKT Saint-Gobain PAM

15.20 Strumenti e soluzioni per i diversi scenari
Scarichi industriali: criteri di gestione
Bruno Giardini Veolia Water Technologies Italia
Upgrading “Smart” di un impianto di depurazione esistente (depuratore Robecco)
Pierantonio Ceresini / Ud Shani AQWISE
Alessandro Colombo Seven Trent Italia
Cesare Cristoforetti Gruppo CAP

Chairman Patrizia Piro Università della Calabria
16.00 Quando piove ….. sul bagnato
Cosa fare per non avere …. l’acqua alla gola
Beatrice Majone Associazione Idrotecnica Italiana
Smart City e gestione delle reti meteoriche: esperienze in Germania
Claudia Hickman Barthauer Software Gmbh (eng.)
Acqua meteorica: problema o risorsa ?
M.Carbone, E.Conte, F.Mazza, A.Morosini, A.Vulcano Università della Calabria
Rendere minimi gli scarichi nell’ambiente in tempo di pioggia
Anders Haarbo Veolia/Kruger

17.15 Conclusioni
Emanuela Cartoni Utilitalia

17.30 Termine dei lavori

 

ico-bluWORK SHOW | LEONARDO E “L’ACQUA CHE NON HA MAI REQUIE….”
E’ una iniziativa destinata anche ad un pubblico internazionale in collaborazione con il Comune di Milano sulle intuizioni e sulle opere di Leonardo da Vinci collocate all’interno del progresso tecnico-scientifico dell’epoca con particolare attenzione al campo della idraulica (macchine di sollevamento idraulico, canali e conche di navigazione, ecc.) ed al riflesso delle sue opere, tutt’ora visibili, nella città di Milano.
Chairman: Emilio Genovesi Comune di Milano

18.00 Una breve nota da Vinci Sala 3
Giuseppe Sardu Acque Spa Pisa

18.05 Leonardo ed il Castello Sforzesco
Gianluca Padovan, Fabio Marelli MM SpA

18.25 Il rapporto fra Leonardo e l’Acqua a Milano
Rita Capurro Politecnico di Milano

18.45 L’impronta di Leonardo fra Arte e Tecnologia
Giulio Giorello Filosofo della Scienza
Valentina Fortichiari Saggista

19.40 Conclusioni
Domenico Piraina Comune di Milano

19.50 Termine dei lavori

 

ico-verdeSESSIONE PARALLELA | Ruolo delle tecnologie per il miglioramento dell’ambiente urbano e della qualità dell’acqua distribuita

1a PARTE: Ripristino tubazioni senza scavo – Aspetti normativi ed esempi europei
La sostituzione di tubazioni (idriche e non solo) in ambito urbano è un processo oneroso e delicato anche per l’impatto sulla vivibilità stessa della città, si pensi solo ai problemi connessi al traffico veicolare e l’accesso alle attività commerciali e produttive presenti. Il ricorso allora alle tecniche di relining può essere una risposta tecnologica ad un problema di grande interesse non solo per i gestori delle reti interrate, anche per l’insieme dell’ambiente urbano interessato.

15.00 Inizio Sessione
Chairman: Liliana Pedercini Giornalista (Servizi a Rete)
Interventi a basso impatto sul territorio per la realizzazione di reti urbane
Giorgio Pineschi Sogesid
Evoluzione normativa e indirizzi Europei nel ricorso al trenchless
Paolo Trombetti Presidente IATT
Interventi «trenchless» di sostituzione e risanamento delle reti del servizio idrico in Milano
Stefano Tani MM SpA
Sottoservizi senza rompere …. la pavimentazione – punto di vista del Comune
Rinaldo Redaelli Vicesegretario Generale ANCI Lombardia

Dibattito

16.20 Termine Sessione

2a PARTE: Relining e qualità dell’Acqua distribuita
Le tecniche di relining delle tubazioni diffusesi negli ultimi anni consentono non solo di ridurre le dispersioni idriche ma anche di contribuire al miglioramento della qualità dell’acqua distribuita nei casi in cui la natura e le condizioni della tubazione preesistente possono presentare aspetti problematici. Il seminario affronta in particolare una applicazione del relining con tubazioni di cemento amianto.

16.30 Inizio Sessione
Servizio idrico e tubazioni di Cemento Amianto: l’esperienza di AIMAG
Davide De Battisti, Dirigente Servizio Idrico Integrato AIMAG SpA (Mirandola)
Deterioramento delle tubazioni di Cemento Amianto: cause e conseguenze
Italo Melchiorre Libero Professionista Esperto in Chimica e Tecnologia dell’Acqua (BO)
Relining e qualità dell’acqua distribuita
Claudio Galbiati Responsabile Soluzioni tecniche DO-­‐Dig
Dibattito

17.30 Termine Sessione

 

ico-bluCONFERENZA | Acqua e Design (sala 1)
Patricia Urquiola racconta il suo rapporto con l’acqua come fonte d’ispirazione per le sue creazioni di design. “Puoi dare importanza al contenuto anche con il contenente. Specialmente se il contenuto è trasparente, quasi virtuale, quasi intangibile come l’acqua. Che però fa parte di noi, è dentro di noi, ne abbiamo bisogno.” Patricia
Urquiola. In collaborazione con Water Design.

 

ico-bluFILM | London Afloat (Londra a galla)
di Gloria Aura Bortolini, 2014, 29 mins, Anteprima “Milano Design Film Festival 2015”
Vivere sull’acqua, in barca nel cuore di Londra. Un paesaggio al confine tra città e campagna, popolato da persone che vivono fuori dagli schemi convenzionali della società. Sul fiume Tamigi vivono i benestanti, sul canale di Regent chi non può permettersi un appartamento. Una sola cosa li unisce: l’amore per la natura e per la libertà. Tutto il resto li divide. Vederli ogni giorno nelle loro abitudini, poi conoscerli, infine raccontarli in un documentario che ritrae una Londra insolita ed uno stile di vita sempre più diffuso.

error