Acqua protagonista del Milano Film Festival ( dal 28 settembre all’8 ottobre) in una sorta di staffetta temporale che continuerà con il Festival dell’Acqua a Bari.
Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città Metropolitana di Milano e storico partner della manifestazione, garantisce anche quest’anno acqua gratuita, plastic free e a km 0 per tutti gli spettatori e gli ospiti. Novità di quest’anno il Waterevolution Award, il primo premio cinematografico dedicato ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare.

“Per l’appuntamento annuale con Milano Film Festival, spiega Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, abbiamo pensato a un’iniziativa che diventi manifesto del nostro impegno nel promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio. Ragionare sui temi della sostenibilità attraverso il linguaggio evocativo e diretto dei film può contribuire a stimolare l’attenzione e il dibattito sulle sfide che ci attendono nei prossimi anni”.

Per 11 giorni allo spazio BASE Milano, Gruppo CAP mette a disposizione del pubblico 3 punti di erogazione freewater, che sostituiranno in toto la vendita di acqua in bottiglia. L’iniziativa, volta a ribadire il valore e la qualità dell’acqua del rubinetto e il suo consumo responsabile, si inserisce in quella che Gruppo CAP definisce #waterevolution: una vera e propria rivoluzione culturale dove l’acqua diventa propulsore di innovazione, capace di orientare i consumi e ridisegnare la fisionomia dei territori.

Comoda, sicura ed economica, l’acqua del rubinetto è una risorsa sempre più apprezzata: lo testimoniano i dati di un’indagine resa nota in occasione del World Water Day 2017, secondo la quale il 44% della popolazione italiana si sarebbe convertita all’acqua che arriva nelle nostre case, spesso oggetto di confusione e false credenze circa proprietà, benefici e caratteristiche. Per contribuire a fare chiarezza, CAP ha da poco lanciato acquadelrubinetto.gruppocap.it (https://acquadelrubinetto.gruppocap.it/), una vera e propria guida che raccoglie tutto quello che c’è da sapere sull’acqua che sgorga dai rubinetti di casa.

L’acqua infatti è un elemento sempre più prezioso e importante, che va protetto e governato, alla luce sia dei cambiamenti climatici in atto, sia dei processi socioeconomici innescati dalle dinamiche della globalizzazione. Ecco perché Gruppo CAP ha voluto lanciare il suo Waterevolution Award, che andrà a premiare 5 diverse opere cinematografiche capaci di interpretare o rappresentare al meglio i temi della sostenibilità ambientale, i concetti di economia circolare e green economy, spaziando dal film al documentario, dal corto all’animazione.

Il Milano Film Festival sarà anche il contesto ideale per presentare il Bilancio di Sostenibilità 2016 di Gruppo CAP, sintesi dei risultati e degli investimenti dell’azienda legati appunto ai progetti di economia circolare, innovazione nella gestione delle risorse idriche e attenzione all’ambiente. L’appuntamento è per il 2 ottobre: dopo la presentazione del Bilancio sarà proiettato in anteprima europea il docufilm “To the Ends of the Earth” di David La Vallee, con il commento di Emma Thompson.

Il Waterevolution Award di CAP non si esaurirà con la fine del festival: la selezione dei film vincitori partirà per un tour che avrà come scenario privilegiato il territorio dell’hinterland milanese, entrando nelle sale dei cinema di Cinisello Balsamo, Legnano, Magenta, Pioltello e Rozzano, tutti comuni serviti dalla monoutility.

error