Il Gruppo Hera è una delle maggiori multiutility italiane e opera nei settori Ambiente (raccolta e trattamento rifiuti), Energia (distribuzione e vendita di energia elettrica e gas) e Idrico (acquedotto, fognature e depurazione). Nel Gruppo lavorano oltre 8.500 dipendenti, impegnati ogni giorno nel rispondere ai molteplici bisogni di 4,4 milioni di cittadini. I comuni serviti sono oltre 350, localizzati prevalentemente nelle regioni Emilia-Romagna, Marche, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Nel servizio idrico integrato Hera è il secondo operatore in Italia, con un insieme di reti idriche e fognarie di oltre 53 mila km e circa 1.400 tra impianti di captazione, potabilizzatori e depuratori, che servono 3,6 milioni di cittadini. Importanti investimenti sulle infrastrutture idriche (1,2 miliardi di euro nel periodo 2001-2014) e soluzioni ad alta tecnologia permettono la continuità nella fornitura, una qualità dell’acqua eccellente e una rete che vanta percentuali di perdite fra le più basse a livello nazionale. In particolare, la continuità del servizio e la riduzione delle perdite sono al centro di progetti specifici come quelli di progressiva e completa distrettualizzazione della rete. A questi si affiancano poi progetti sperimentali per l’introduzione di nuove tecnologie quali, ad esempio, quelle per lo smart metering.

Tra i progetti innovativi emerge il Piano di Salvaguardia della Balneazione per la città di Rimini, il più grande intervento di risanamento fognario attualmente in corso in Italia. Per l’opera, promossa dal Gruppo Hera insieme al Comune di Rimini e con il contributo di Romagna Acque e Amir, sono stati stanziati 154 milioni di euro per 11 interventi, con l’obiettivo di dimezzare entro il 2016 gli scarichi a mare ed eliminarli entro il 2020. A due anni dall’apertura dei cantieri, a giugno 2015, è stato inaugurato uno degli interventi più importanti del Piano: il raddoppio del depuratore di Santa Giustina, la più grande struttura di questo tipo in Europa con tecnologia a membrane ad ultrafiltrazione, che serve ora fino a 560 mila abitanti equivalenti. Di simile respiro è un altro intervento firmato dal Gruppo, che si inserisce nel più generale impegno di Hera per il mare Adriatico: l’adeguamento del depuratore di Servola, che migliorerà la depurazione delle acque reflue dell’area urbana di Trieste grazie a un investimento di oltre 50 milioni di euro. Un intervento unico in Italia per caratteristiche tecniche, che si concluderà nel 2018.

www.gruppohera.it/acqua

Gruppo Hera

Hera
 
 
error