Immaginate di seguire una linea blu: che invita alla meraviglia. Incontrerete dal 9 al 25 maggio a Bressanone  la terza edizione del Festival di Acqua e Luce. Artisti da tutto il mondo reinterpretano i punti d’acqua della città con installazioni di luci e arte. Acqua come vita e luce come arte tutti i giorni dalle 21 alle 24.

Non lasciate la linea blu. Nello stesso luogo, a Bressanone, arriva il Festival dell’Acqua promosso da UTILITALIA e dai gestori del servizio idrico di tutta Italia. E’ un Festival che arriva da lontano, partito a Genova nel 2011, proseguito ogni due anni a L’Aquila, Milano, Bari.

Quest’anno fa rotta verso il nord. Prima a Bressanone dal 13 al 15 maggio: tre giorni per capire il rapporto fra mutamenti climatici e scarsità idrica, indagare se i ghiacciai alpini sono ancora una riserva strategica, guardare agli impianti idroelettrici di piccola taglia come fonte di energia rinnovabile a basso costo.

Senza dimenticare come illuminare l’acqua: vasche, fontane, ricolme di luci. Esempio di rinascita e valorizzazione dei centri urbani come avvenuto a Bressanone.

Non dimenticate. La linea blu. Perché vi condurrà il 10 e 11 ottobre a Venezia. Perché quest’anno il Festival dell’Acqua si ” è fatto in due”. E nella città acquatica per eccellenza ci sarà ancora modo per capire come funziona la gestione in emergenza dei servizi idrici e come si possano misurare i consumi idrici.

La linea blu. Per meravigliarsi, sognare, partecipare e riflettere.

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.festivalacqua.org/la-linea-blu-per-meravigliarsi-sognare-partecipare-e-riflettere/
Pinterest
LINKEDIN
Instagram