La BEI ha siglato nei giorni scorsi con Publiacqua il contratto relativo al prestito di 50 milioni di euro per l’attuazione del Piano di Investimenti. Si tratta di un finanziamento fondamentale per il territorio servito da Publiacqua (oltre 1.300.000 abitanti, tra le province di Firenze, Arezzo, Prato e Pistioa), tra i principali concessi negli ultimi anni dalla BEI nel campo del servizio idrico integrato, sia a livello regionale che nazionale, che testimonia ulteriormente la solidità e credibilità di Publiacqua come partner anche per un’istituzione di grande prestigio come la Banca Europea per gli Investimenti.

“Il finanziamento arriva dopo un’attenta analisi da parte della Banca Europea, non solo dei ratio economici – spiega Alessandro Carfì, Amministratore Delegato di Publiacqua – ma anche delle finalità degli investimenti e la loro rispondenza ad obbiettivi di qualità ambientale e sociale per il territorio”.

La BEI è un’istituzione finanziaria pubblica, di cui sono azionisti tutti i paesi dell’Unione Europea, creata per il finanziamento degli investimenti atti a sostenere gli obbiettivi politici della stessa UE. Tra questi obbiettivi rientrano a piano titolo proprio quelli relativi allo sviluppo e la protezione dell’ambiente che Publiacqua ha in programma sul territorio dei 46 comuni dove gestisce il servizio.

Un piano che prevede per i prossimi anni investimenti per circa 550 milioni di euro, utilizzati per un ulteriore balzo in avanti delle infrastrutture acquedottistiche del nostro territorio e dove grande importanza è riservata al fronte della depurazione e fognatura (228 milioni), come richiesto proprio dall’Europa. Questo senza però tralasciare la potabilizzazione (242 milioni), la sicurezza (48 milioni) ed un servizio sempre più innovativo e capillare grazie anche ai nuovi fontanelli di alta qualità (2 milioni).

error