GESTIONE DELLE CRISI

In anni anche recenti, il territorio italiano – ed in particolare l’Aquila, città prescelta per il Festival dell’Acqua 2013 – è stato flagellato da eventi sismici che hanno provocato numerose vittime e danni incalcolabili al tessuto sociale, economico e culturale. Non solo le strutture che fanno parte del servizio idrico sono state interessate da questi fenomeni ma è anche lo stesso servizio che si è dovuto adattare utilizzando modalità operative di tipo emergenziale.
“I piani di emergenza contro terremoti e alluvioni rimangono nei cassetti impolverati, mentre la prevenzione è l’unica misura vera di gestione delle emergenze. La pianificazione dei rischi non può più attendere”. Così il prefetto Franco Gabrielli, capo della Protezione civile, intervenuto al Festival, che ha sottolineato come “in alcune aree del Paese lo stato delle reti è da paese in via di sviluppo. Le reti del servizio idrico, elettrico e del gas non possono non essere poste
all’interno della pianificazione del rischio e delle emergenze. La collaborazione con soggetti come Federutility è indispensabile, dobbiamo fare prevenzione facendo sistema, in modo da accrescere il livello di resilienza del nostro territorio”.
Anche il sottosegretario alle Infrastrutture Erasmo D’Angelis si associa: “Ammontano a 5 mld all’anno dal 1945 ad oggi i costi economici delle riparazioni e dei risarcimenti per alluvioni e terremoti, costi cui si aggiungono quelli drammatici delle vittime: è un costo pazzesco, soprattutto perché la prevenzione costa meno. Siamo tra i paesi più esposti a questi rischi, dobbiamo mettere in sicurezza il territorio e dobbiamo fare presto”.
Nell’ambito di questo appuntamento è stato presentato il primo “Manuale su acqua e terremoti per gli operatori del servizio idrico”, a cura di Federutility. In caso di sisma, infatti, le reti di approvvigionamento possono subire gravi danni, mettendo a repentaglio la distribuzione per le popolazioni. Le esperienze di aziende associate a Federutility – Alto Calore Servizi in Irpinia, Gran Sasso Acqua a l’Aquila e Hera, Romagna Acque, Aimag e Iren in Emilia – hanno fornito il materiale per elaborare uno strumento tecnico per gestire le criticità e le modalità di azione finalizzate alla mitigazione del rischio sismico.

I Protagonisti

Massimo Cialente

Sindaco dell’Aquila E’ nato all’Aquila il 1° giugno 1952 ed è politico e medico. E’…

Read More

Pietro Di Stefano

-Nato a Cagnano Amiterno (AQ) il 24/02/1956 -Sindaco del Comune di Cagnano Amiterno dal 1985…

Read More

Pierluigi Caputi

Diploma di laurea in Ingegneria Civile con il massimo dei voti; Dipendente regionale della carriera…

Read More

Mauro D’Ascenzi

È Vicepresidente di Utilitalia e in precedenza di Federutility. Amministratore delegato e direttore generale di…

Read More

Articoli

Comunicato Stampa

Rassegna Stampa

Gabrielli "Tutti i cittadini beneficiari ma anche attori di un sistema di sicurezza"

D'Angelis "Situazione preoccupante in Italia sul fronte della depurazione"

Orlando "Gli eco - incentivi a L'Aquila possono aiutare un processo di recupero già in atto"

Sacchetti "Le aziende possono fare da sensori sul territorio"

Atti del Festival