Per far fronte alla carenza d’acqua ecco cosa consiglia UTILITALIA, la Federazione che riunisce i gestori dell’acqua. Alcune soluzioni sono ormai conosciute, ma chi sa, ad esempio, che l’acqua della pasta o del riso è ottima per innaffiare le piante? Un risparmio da 1400 – 1800 litri all’anno assicurato.

Ecco tutto quello che si può cominciare a fare in ogni famiglia.
Avvitare un “frangigetto” al rubinetto. Il frangigetto è un miscelatore acqua/aria che consente un risparmio 6-8 mila litri anno.
Riparare rubinetti o water che perdono. Possono arrivare sprecare anche 100 litri al giorno.
cegliere uno scarico WC con pulsanti a quantità differenziate o direttamente una manopola di apertura e chiusura. Risparmio ottenibile 10 – 30 mila litri all’anno
Preferire la doccia al bagno in vasca. In doccia il consumo è di 40-60 litri di acqua, per una vasca è di due o tre volte superiore
Quando ci si lavano i denti o ci si rade, evitare di tenere aperto il rubinetto: risparmio 5 mila litri anno.
Elettrodomestici: metterli in funzione solo a pieno carico. Si risparmiano 8 -11 mila litri anno e si risparmia anche energia elettrica.
Lavare l’auto solo quando necessario e utilizzando il secchio anziché il tubo. si potranno risparmiare oltre 100 litri di acqua a lavaggio.
Innaffiare le piante e gli orti alla sera, quando le perdite per evaporazione sono ridotte: risparmio 5-10 mila litri anno

error